I Materiali e i sussidi multimediali

I MATERIALI

I materiali sono necessari per affrontare ed approfondire le Unità di Apprendimento e vengono forniti ai docenti che adottano il Metodo come percorso per la propria classe, impegnandosi ad applicarlo, nel rispetto delle strategie e delle tappe programmate.
Per lavorare sistematicamente con il Metodo Simultaneo è necessario che tutti gli alunni siano dotati del libro di lettura “URRÀ” e relativo quaderno operativo.
(vedi esempi di alcune pagine)

Inoltre il kit didattico propone materiali  tanto numerosi da permettere una selezione delle proposte operative, adattandole alle varie classi secondo il tempo scuola, il numero degli alunni, i vari livelli.
I materiali sono forniti solo a chi  adotta il Metodo Simultaneo per tutelare la coerenza ed i risultati del percorso, nonchè  i contributi di numerosi docenti, che, nel corso degli anni, hanno collaborato con il Gruppo “Progetto Lettura”.
Proprio grazie a tali collaborazioni , il Gruppo Progetto Lettura (ora Staff dell’associazione), nel  ventennio ed oltre di esperienze raccolte, ha realizzato i seguenti materiali.

I materiali

Il progetto "Accoglienza (Il giardio della maga EA)

Il Progetto Accoglienza “Il giardino di Maga Ea” ** (clicca qui)

Schedario Operativo

Schedario operativo (sotto forma di file stampabili e trasformabili) (Vedi esempi)

Viene fornito come allegato al libro. Le schede sono tante, varie e originali, perché raccolgono idee di molti insegnanti.  Non è necessario utilizzarle tutte sotto forma di scheda: è meglio privilegiare le attività di scrittura sul quaderno, pur attingendo dalle idee dello schedario.
Il numero e la varietà delle attività permettono le necessarie personalizzazioni (rinforzi e/o approfondimenti) sia in riferimento ai diversi livelli che ai diversi tempi di lavoro di ogni bambino.Ogni proposta può essere rivisitata dal singolo docente, che la può utilizzare   anche applicandola ad altro contesto o ad altra attività. Ogni piccola unità di lavoro di fatto sollecita la scrittura, ma -nel contempo- approfondisce la lettura.
Ovviamente molti personaggi, luoghi, azioni presenti nelle schede richiamano analoghe situazioni già incontrate dal bambino, fra le pagine di “Urrà” ricreando il clima emotivo che aveva connotato la lettura.
Pertanto non si tratterà mai di un’esercitazione asettica e finalizzata alla mera compitazione tecnica, poiché l'alunno vi ritroverà il cerchio magico dei suoi “amici immaginari”, che ha condiviso con i compagni affrontando il/i testo/i di riferimento.
Nello schedario operativo sono inserite anche le proposte del quaderno operativo, più molte altre.

I Cartellini

I cartellini (Vedi esempi)

  • sono molto importanti soprattutto per le prime 4 o 5 consonanti
  • precedono la scrittura vera e propria sul quaderno
  • servono al bambino per comporre parole con le lettere presentate, scoprire nuove parole, essere autonomo, in quanto potrà copiare parole scritte da lui stesso e non dalla maestra.

Ogni alunno preparerà i propri cartellini incollando il foglio su un cartoncino e colorando ogni cartellino del colore della vocale (es. MA sarà rosso perché la A è rossa, ME sarà verde, Mi azzurro, MO giallo, MU nero).I bambini hanno già affrontato il binomio colore/vocale nel progetto d'Accoglienza “Il giardino della maga EA”.

Proseguire tale associazione supporta gli alunni che hanno difficoltà a riconoscere i tracciati dei grafemi o a memorizzarli. Inoltre unire in un unico colore la consonante e la vocale conseguente aiuta chi è in difficoltà a legare i due elementi in un'unica realtà sonora, che di fatto  è già una sintesi.I cartellini diventano nell'uso ludico come i tasselli del puzzle, i mattoncini per le costruzioni e possono essere utilizzati anche in momenti destrutturati, durante i quali i bambini  esplorano le possibilità di comporre parole anche per tentativi ed errori o casualmente.

In tale fase le parole assurde possono trovar vita nella fantasia dei bambini, che arrivano a dare significati fantastici (ad esempio la parola MUMA può divenire il nome di un personaggio inventalo lì per lì da loro). I giochi con i cartellini permettono anagrammi, cambi di vocali (MORA – MURO), cambio di posto (RAMO- MORA, REMO, MORE ) e giochi per la scoperta di singolare/plurale (RAMO-RAMI)…I cartellini sono molto utili per i bambini in difficoltà, con i quali  se ne suggerisce un uso prolungato per più consonanti.
Una simulazione elettronica dei cartellini ed il loro utilizzo al computer è stata realizzata da Ivana Sacchi nel software “Fantasia di parole”.Un tempo il bambino componeva le parole sul banco con le singole lettere, che trovava nell’alfabetiere allegato al libro ( a richiamo per lo più dell’alfabetiere murale). Tale esercizio fonematico costringe all’analisi dei singoli suoni, operazione non semplice. I cartellini (che alcuni chiamano “sillabario” ) sono più facilitanti, poiché per il bambino è più naturale la divisione in sillabe delle parole, anziché ricorrere allo spelling. Controllare la scrittura della parola

L'alfabetiere murale

L’alfabetiere murale (Vedi esempi)

Come ogni libro di lettura, anche “Urrà” ha il suo alfabetiere murale che sostiene e rassicura i bambini.
Ovviamente è costruito “su misura”, coerente con i testi proposti. M non sarà “mela” o “mano” , ma “MAMMA e rappresenterà proprio la mamma della prima lettura del libro “Urrà”. Insieme all'immagine è presentata anche la parola “MAMMA” accompagnata dai cartellini di riferimento MA – ME – MI – MO – MU.

Naturalmente la parola “mamma” non è sé stante, avulsa da un contesto, ma è la sintesi del testo affrontato, della narrazione autobiografica con cui ogni bambino lo ha “validato” riconoscendovisi e arricchendolo di una grossa fetta di realtà personale

L'alfabetiere si snoda strettamente interconnesso alle letture e all'elemento nuovo introdotto. 

In questo modo è tutto leggibile dai bambini ed emotivamente più significativo, perché via via costruito con i personaggi incontrati. 

Ogni docente deciderà la dimensione ed i colori delle varie tavole dell’alfabetiere, secondo la propria organizzazione. La preparazione delle tavole può essere oggetto di un laboratorio interdisciplinare (italiano, linguaggio grafico, codici emotivi). A valutazione della maestra è anche la distribuzione ad ogni singolo alunno di un “mini alfabetiere” al momento della presentazione della nuova consonante. Non si condivide invece la scelta di non esporre l’alfabetiere murale in classe, motivando che ogni bambino vi ricorre a fronte di qualche difficoltà nella scrittura. Di fatto è proprio tale supporto l’obiettivo dell’esposizione. L’alunno che si percepisce insicuro e ricorre all’alfabeto murale dimostra una doppia consapevolezza: sa di aver bisogno di aiuto e ha la capacità di riconoscere ed utilizzare lo strumento che glielo può dare immediatamente.

Non si condivide neppure l’esposizione ad inizio percorso di tutto l’alfabetiere, come propongono altri metodi. Seguire la scansione delle letture nell’appendere la tavola dell’alfabeto asseconda una sorta di aspettativa, che giova al coinvolgimento emotivo della classe.

L'alfabetiere musicale.

L’alfabetiere musicale con video-animazioni , tracce per play back e testi dei canti stampabili  (clicca qui)

“Cantiamo le lettere” è un cd musicale che  presenta  varie canzoncine legate alle vocali e alle varie consonanti. Queste ultime sottolineano la forma di una consonante, associandola ad un oggetto (M sono montagne, S un serpente, T un tavolino, ecc..). L’obiettivo è il rinforzo del  riconoscimento del grafema/fonema, ma solo dopo che la consonante sia stata presentata attraverso il testo e dopo che si siano avviate le attività di esplorazione/consolidamento.

I brani musicali si prestano ad attività interdisciplinari per l’educazione sia musicale sia grafica. La struttura di ogni filastrocca canora è volutamente semplice e il motivo è stato spesso ripreso da canzoni infantili tradizionali italiane e internazionali.

L'estensione per molti brani è contenuta per permettere a tutti di cantare o di eseguire anche con il metallofono o una semplice tastiera.

Sono stati musicati anche alcuni testi presenti nel libro di lettura “URRA'” e si trovano anche le canzoni delle vocali e di argomenti diversi (i giorni, i mesi, ecc…).   Oltre alla traccia canora è presente anche una traccia solo musicale per attività con la classe (play back). Le incisioni sono a cura di Eva Bresaola e di Mariarosa Finotti. I testi dei canti sono stampabili. I canti sono stati trasformati in animazioni da Ivana Sacchi.

Dal sito www.metodosimultaneo.org è possibile per tutti scaricare l’alfabetiere musicale gratuitamente.

N.B. raccamondazione a  chi sta attuando il percorso: per le attività con l’alfabetiere musicale non è prevista la scrittura , ma solo l’oralità.

Proposte attività per ogni lettura

Proposte di attività per ogni lettura

È una raccolta di proposte/suggerimenti di attività che si possono svolgere partendo dai testi del libro di lettura. Vogliono essere spunti e soprattutto ricordare che col Metodo Simultaneo il testo non deve essere opportunità solo per la sola introduzione del grafema/fonema, ma occasione per esplorare la lingua che si presenta nella sua complessità (ortografica, strutturale,...). Le riflessioni vanno ovviamente utilizzate come “gioco”, evitando noiose lezioni di grammatica e l’anticipo di deleterie memorizzazioni tecniche.

Le indicazioni didattiche hanno lo scopo di dare idee al docente, che potrà farne l’uso che più gli sembra corrispondente al momento ed alla classe.

I libri bonsai

I libri bonsai con brevi storie per il potenziamento della lettura (Vedi esempi)
Sono piccole storie, scritte usando solo le lettere che i bambini hanno a disposizione man mano che si procede nell’itinerario. Possono essere utilizzati come lettura collettiva a scuola, lettura di rinforzo a casa, formazione di una biblioteca di classe, attività cooperative di gruppo, …ecc.

Alcuni di questi libretti propongono giochi che permettono anche l’attività di scrittura. Tutte le storie comunque si prestano ad unità di lavoro interdisciplinari o di comprensione e sintesi del testo.

Con i libri “bonsai” saranno gratificati anche i bambini che sanno già leggere prima della scuola, o che si sono dimostrati particolarmente pronti nell'apprendimento.

E’ in corso una versione elettronica dei libretti, sotto forma di video sonoro a fumetti, che sarà poi fruibile anche on line dal sito www.metodosimultaneo.org . Il progetto è a cura delle docenti, esperte multimediali, Romea Canini e Francesca Musco (Repubblica di San Marino) nell’ambito del laboratorio “Scrivo-LEGO”,  da esse progettato e realizzato. Ai video-libretti seguiranno proposte interattive.

Prove di verifica oggettive

Prove di verifica oggettive e con criteri di valutazione omogenei

Progetto passaggi tipi di carattere..

Progetto per il passaggio ai vari tipi di carattere ”Ed ora si cambia” (Vedi esempi)

Quaderno operativo libro Urrà..

Il quaderno operativo “Urrà, ora si gioca” (vedi esempi di alcune pagine)

Il libro parlante e i prodotti interattivi multimediali

Tutti questi materiali sono raccolti in un DVD, insieme ai software interattivi e alla raccolta di canti e video animati, sono in formato PDF, perciò stampabili e vengono forniti gratuitamente all'insegnante che adotta il Metodo. L'insegnante che ha adottato o adotterà l'itinerario ha la possibilità di accedere alla sezione RISERVATA del sito.

La raccolta dei materiali è un insieme di proposte didattiche per affrontare ed approfondire le unità di apprendimento. Seguono coerentemente la scansione degli elementi appresi, in sintonia con la gradualità e l'accessibilità dei testi, garantendo uguali variabili strategiche per la scrittura. Lo schedario inoltre suggerisce momenti di lavoro collettivo o individuale (anche utilizzabili con la LIM) o da tradursi in attività di scrittura sul quaderno. La quantità e la varietà di difficoltà dello schedario  favoriscono la personalizzazione delle attività individuali o nel piccolo gruppo.

I SUSSIDI MULTIMEDIALI

Nel corso degli anni sono stati creati anche software che:

  • possono essere utilizzati dal docente nel laboratorio d’informatica o in classe con la LIM.
  • sono occasioni di stimolo e rinforzo collettivi, di gruppo ed anche individuali.
  • accompagnano il percorso dalla prima settimana fino ai mesi di dicembre/gennaio
  • l’utilizzo dei cd crea interdisciplinarietà fra informatica e italiano.
  • porta la tecnologia nell'insegnamento tradizionale, rendendolo più efficace.

I SOFTWARE DISPONIBILI

  • “Il giardino delle vocali”: comprende sei giochi interattivi, ispirati ai videogames (autori N. Secchi – PL. Farri) scaricabile dal sito di “vbscuola“
  • “EMI e MEA” breve storia realizzata da PL Farri con illustrazioni di Ivano Maccalli
  • "Clicca e impara": presenta giochi che i bambini possono fare al computer pur avendo imparato solo alcune consonanti ( realizzato da Tedoldi Ilaria in collaborazione con un paio di studenti dell'ITIS “Galilei di Crema)
  • “Fantasia di parole”: i bambini possono giocare a comporre parole. E’ caratterizzato dalla completa accessibilità anche per strumenti informatici a supporto dei soggetti disabili. Il numero delle consonanti può essere variato di volta in volta, seguendo la progressione dell’itinerario  (Autore informatico: Ivana Sacchi)
  • “Omar e Mario” e “Omar e Romeo”: propongono piccolissime storie e relative attività di rinforzo ( coordinamento didattico d Melato Antonella,  realizzato da Rita Sabatini e M. Loreggian)
  • “URRÀ”: contiene una selezione dei testi del libro accompagnati da proposte interattive (coordinamento didattico di Melato Antonella, realizzato da Rita Sabatini e M. Loreggian)
  • Libro parlante versione per LIM o pc del libro “Urrà” con audio. Progetto e realizzazione a cura di Cristiano Bonicatto.

Proprietà di Associazione Metodo Simultaneo